2015 04 - 3tappa AMI

Passeggiata 3° tratto AMI: CAVAGLIA’-MASINO 19/4/2015


 Prosegue il nostro progetto di percorrere a tappe l’Anfiteatro Morenico di Ivrea: ci eravamo lasciati il 29 marzo 2014 a Viverone con l’intento di proseguire appena possibile le nostre escursioni per arrivare, passo dopo, passo fino a Brosso. Ed eccoci qua, giunti in pullman a CAVAGLIA’, pronti per la 3^ tappa. Ci incamminano subito verso il lago di VIVERONE e ammiriamo da una angolazione diversa da quella cui siamo abituati la bella conca del lago in mezzo al verde. Davvero l’inverno è finito e la natura ci “risveglia” donandoci la primavera con tutti i suoi colori e la voglia di uscire, camminare, respirare l’aria fresca e frizzante!!

Superiamo il Castello di Morzano e un piccolo sito religioso (la casa di Nazareth), con una grandissima croce e proseguiamo verso l’ex polveriera di Alice Castello, piccola testimonianza storica attualmente in condizioni purtroppo degradate. Amedeo ci intrattiene con aneddoti interessanti e divertenti.

Dopo la sosta per il pranzo al sacco, sotto la sapiente regia di Amedeo va in onda una simpaticissima rappresentazione “teatrale” di Cappuccetto Rosso. Caterina traduce il testo mentre alcuni cammin”attori” improvvisano i personaggi fra il divertimento di tutti.

Camminata sul terzo tratto dell'Anfiteatro Morenico

Camminata sul terzo tratto dell’Anfiteatro Morenico

Seguendo la segnaletica dell’Anfiteatro Morenico, camminiamo ancora fra stupende coltivazioni di colza, prati e boschi tappezzati di mughetti, qua e là notiamo tracce di animali, probabilmente cinghiali. Ci vuole una piccola deviazione per non perderci la “Pera Cunca”, antico e misterioso masso scolpito con coppelle, probabilmente, come ci spiega Amedeo, un antico altare utilizzato in passato per riti di religioni pagane.

Camminata sul terzo tratto dell'Anfiteatro Morenico

 

 

 

 

 

 

Dopo un bel percorso nel bosco scorgiamo finalmente la possente mole del Castello di Masino e raggiungiamo in breve il paesino dove attendiamo i pulmini per il ritorno.

Non ci resta che ringraziare Amedeo e Luciano per l’ottima organizzazione.

La fiaba termina con la famosa frase …”e vissero tutti felici e contenti (tranne il lupo!!!) , io come al solito termino con ….. arrivederci alla prossima tappa!

M.VITTORIA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *